rome-4087802_1280

Roma

Vi proponiamo un Viaggio nella Storia! Arte, Cultura, Eventi, Cibo e Life Style realizzate insieme al vostro Concierge Clefs d’Or la vostra esperienza su misura. All’interno del portale di riferimento dellle Chiavi d’Oro Romane (https://www.romelesclefsdor.com ) potrete visitare la fantastica capitale italiana “ROMA”, con i suoi monumenti storici e la sua cultura infinita.

milano

Regione Lombarda

Regione Lombardia

Benvenuti!

Comte des Cierges, addetto alle candele…ossia il Concierge. I Concierge erano gli uomini che avevano le chiavi dei castelli medievali ed erano preposti ad accudire i nobili in visita. Si dice che avevano le chiavi perché di notte chiudevano le porte onde evitare che i nobili ospiti potessero scappare senza pagare. A noi piace pensare che avevano le chiavi sopratutto perché erano persone degne di fiducia, così come lo sono tutt’ora. Con il passare degli anni, il Concierge divenne una figura importante negli alberghi, una persona dedita a soddisfare ogni richiesta, legale e morale, di ogni cliente. Le chiavi d’oro incrociate sui baveri della giacca del Concierge sono a ricordarne le origini. Gli unici strumenti allora erano le proprie conoscenze che, senza l’aiuto di internet, dovevano variare in tutti i settori. Dove le proprie conoscenze non erano sufficienti, bastava una telefonata ad un collega per ottenere un aiuto concreto, anche dall’altra parte del mondo.

Gli obiettivi della nostra Associazione sono basati sulla cooperazione tra ogni singolo Socio al fine di rafforzare sempre più i rapporti lavorativi, migliorare le prestazioni e rendere ai massimi livelli il servizio all’Ospite. Non ha scopo di lucro, è apolitica, apartitica, non sindacale e non ha scopi religiosi. Lo spirito che unisce e salda tutti i membri di quest’unica Associazione è il credo: “Il servizio con Amicizia”. Altri nostri principali scopi sono quelli di facilitare le relazioni tra gli associati mediante svariate iniziative come la promozione e gestione di corsi di formazione e di aggiornamento, attività culturali, artistiche e di svago, pubblicare e distribuire prodotti editoriali inerenti la nostra professione. Il Socio ALPA “Clefs d’Or” sa’ sempre guidare, consigliare ed assistere magistralmente l’Ospite durante tutto il soggiorno. E non importa se verrà posta una semplice domanda od un problema complicato: sarà in grado di risolverlo perché la sua funzione è quella di soddisfare ogni desiderio. Sempre!

Nicola Balitro
Presidente ALPA “Les Clefs d’Or”

C/O Park Hyatt Via Tommaso Grossi 1 – 20121 Milano MI – P.IVA 05229990964

presidente@lechiavidoromilano.it 

www.lechiavidoromilano.it

Organigramma

Nicola_Balitro_presidente

Nicole Balistro

Presidente
Bernie_Gallotta_vicepresidente

Bernie Gallotta

Vice Presidente
Matteo_Strippoli_vicepresidente

Matteo Strippoli

Vice Presidente
Marino_rossetti_tesoriere

Marino Rossetti

Tesoriere
Tommaso_Mandrisi_segretario

Tommaso Mandrisi

Segretario
Lacri_Buleu_Delegato_Nazionale

Lacri Buleu

Delegato Nazionale
Leonardo_Bruscagin_delegato_Nazionale

Leonardo Bruscagin

Delegato Nazionale
Maria_Grazia_Locatelli_Delegato_Nazionale

Maria Grazia Locatelli

Delegato Nazionale
Ugo_Rossi_addetto_stampa

Ugo Rossi

Addetto Stampa
Arianna_Cozzi_consigliere

Arianna Cozzi

Consigliere
Riccardo_Arnaldi_Consigliere

Riccardo Arnaldi

Consigliere
Silvia_Sperandio_consigliere

Silvia Sperandio

Consigliere
Mario_Gambron_saggio

Mario Gambron

Il Saggio

Statuto in Vigore

Le Chiavi d’Oro Italiane sono nate a Milano!

L’anno 1949 vede la nascita della sezione italiana grazie al signor Giuseppe Franzetti, chef Concierge del “Palace Hotel” di Milano dopo alcuni incontri a Parigi con Ferdinand Gillet, Presidente della sezione francese.

L’Associazione dei Portieri d’Albergo nasce a Milano in una riunione dei Concierge avvenuta in Via Vitruvio a casa di Giuseppe Franzetti, socio fondatore, e poi il 2 Dicembre 1949 venne registrata davanti ad un notaio. Successivamente nascono le altre Associazioni italiche come la Triveneta, la Toscana, la Ligure, la Romana e la Meridionale.

Nel 1952 si tenne a Pisa il primo Congresso Nazionale durante il quale Giuseppe Franzetti fu eletto Presidente della nuova Confederazione delle Associazioni Regionali: la FIPA, Federazione Italiana Portieri d’Albergo “Le Chiavi d’Oro”.

Sempre nel 1952 Ferdinand Gillet costituisce a Cannes L’Unione Europea Concierge di Grand Hotel, che diventerà successivamente “Unione Internazionale Les Clefs d’Or”. L’Italia aderisce alla nuova Associazione Internazionale come membro fondatore ed il signor Franzetti sarà nominato primo Vicepresidente internazionale.

La sede della nostra attuale ALPA/Associazione Lombarda Portieri d’Albergo “Les Clefs d’Or” si trasferì poi da Via Vitruvio alla Galleria Vittorio Emanuele (con entrata da Via Foscolo 3 al sesto piano) con vista sulla galleria Vittorio Emanuele. Il rincaro dell’affitto ci fece trasferire in Viale Andrea Doria 17, poi in Viale Sarca 161 ed infine presso l’hotel “Park Hyatt” in via Tommaso Grossi, 1 di Milano ove siamo presenti attualmente.

Molte sono le cariche Nazionali ed internazionali coperte dai soci della nostra Sezione Lombarda negli anni ai quali va la nostra stima per il lavoro svolto, come il Signor Giarola Presidente internazionale per due mandati dal 1978 al 1982 e il signor Lodigiani 1993 al 1994.

Per ulteriori dettagli o informazioni pregasi contattare il nostro Segretario mediante segretario@lechiavidoromilano.it

Grazie!

Palermo-1

Regione Trinacria

Regione Trinacria

Cari Visitatori,

I Concierges dell’Associazione Trinacria Sicilia Vi danno il Benvenuto!

L’Associazione “Le Chiavi d’Oro-Les Clefs d’Or” è una delle associazioni prima costituite in Italia con un passato storico di prestigio, voluta dal Collega Giovanni Girani, Primo Portiere del Grand Hotel Villa Igiea di Palermo che ebbe il suo battesimo a Catania presso l’Excelsior Palace nel Novembre 1967.

Noi Concierges Les Clefs d’’Or abbiamo scelto questa professione per passione e per le nostre affinità caratteriali che negli anni hanno creato un segno distintivo sempre più apprezzato dalla clientela.

Infatti la figura professionale del Concierge é diventata nel Suo ruolo insostituibile per il servizio d’Accoglienza.

Inoltre noi che facciamo parte di un sodalizio U.I.P.A. Nazionale e U.I.C.H. Unione Internazionale dei Concierges d’Hotel, un network composto da oltre 45 nazioni in tutto il mondo, che assicura quei contatti e quegli aggiornamenti tali da mantenere gli elevati standard professionali.

Pertanto, ogni qualvolta che volete trascorrere una vacanza di sereno divertimento con tante aspettative,Vi invitiamo a contattare gli alberghi dove noi svolgiamo la nostra professione.

A presto

 

Domenico Fecarotta,
Presidente
Associazione Trinacria dei Concierges d’Hotel

Associazione Trinacria dei Concierges d’Hotel
Via Ammiraglio L. Rizzo n°43 – 90142 Palermo PA
Telefono: 340 3444335 – Fax: 091-331545
assoc.trinacria@libero.it – presidente.trinacria@gmail.com

 www.lesclefsdor.it

Organigramma

Domenico_Fecarotta_presidente

Domenico Fecarotta

Presidente
Cosimo_Fabrizio_Scozzari_segretario

Cosimo Fabrizio Scozzari

Segretario
images_ignoto

Paolo Palazzolo

Tesoriere
Martin_Mannino_Delegato_Nazionale

Martin Mannino

Delegato Nazionale
images_ignoto

Emanuele Venezia

Addetto Stampa
images_ignoto

Antonino Crimi

Saggio

Trinacria App

I Concierges Clefs d’Or della Trinacria hanno il piacere di presentare l’APP “Sicily Clefs d’Or” un dispositivo informatico di ottimo profilo che Vi sarà come supporto durante le vacanze in Sicilia.

Con quest’app rimarrai sempre aggiornato sulle novità e gli eventi della Sicilia e potrai trovare le attività selezionate e consigliate dall’ associazione “Sicily Clefs d’Or”. 

1563557693

Regione Toscana

Regione Toscana

Caro Visitatore,

Benvenuto nella sezione dei Portieri d’Albergo “Les Clefs d’Or” della Toscana!

L’Associazione Toscana delle “Chiavi d’Oro” è stata una delle prime in Italia a costituirsi come gruppo autonomo. Fu Adelmo Palombi allora portiere dell’Hotel Baglioni di Firenze, sollecitato dal collega Giuseppe Franzetti portiere all’Hotel Palace di Milano, a darle vita, con l’aiuto di Codacci, Mariotti e Stagi.

Il primo Comitato organizzatore era composto da: Adelmo Palombi Presidente, Oscar Brunetti segretario, Silvano Toccafondi tesoriere. La quota associativa era di tremila lire, ma l’Associazione si giovava del contributo di due soci sostenitori: il commendator Pietrobelli, proprietario dell’Hotel Roma e il commendator Colombet, direttore dell’Hotel Majestic.

Sono passati circa 60 anni da allora, tante cose nel mondo alberghiero sono cambiate, ma il sorriso, la gentilezza, la disponibilità, la discrezione, la professionalità e la dedizione sono qualità e valori che ritroverete nei concierge Clefs d’Or.

Per questo motivo l’accoglienza che vi riserveranno i concierge Clefs d’Or nei propri alberghi, durante il vostro soggiorno, saprà donarvi un’unica, autentica ed indimenticabile esperienza.

 

Alessandro Marchese
Presidente Le Clefs d’Or Toscana

Via A. Giacomini, 28 – 50132 Firenze FI – P.IVA 05207430488

info@florenceconcierge.it 

www.florenceconcierge.it

Organigramma

presidente

Alessandro Marchese

Presidente
Sergio Iannotta_vicepresidente

Sergio Iannotta

Vice Presidente
Andrea Oppoliti_tesoriere

Andrea Oppoliti

Tesoriere
Romano Pallai_segretario

Romano Pallai

Segretario
Antonio Pagano_consigliere

Antonio Pagano

Consigliere
Michele Paonessa_consigliere

Michele Paonessa

Consigliere
images_ignoto

Aldo Maestosi

Segretario
Simone_Spulcioni_Consigliere

Simone Spulcioni

Consigliere
images_ignoto

Alberto Bettuelli

Consigliere
images_ignoto

Francesco Brunori

Saggio

Statuto in Vigore

L’Associazione Toscana “Le Chiavi d’Oro” nacque l’11 dicembre 1950 ed è stata una delle prime associazioni di Portieri d’Albergo in Italia a costituirsi come gruppo autonomo.

Fu Adelmo Palombi allora portiere dell’Hotel Baglioni di Firenze con l’aiuto di Codacci, Mariotti e Stagi, sollecitati dal collega Giuseppe Franzetti portiere all’Hotel Palace di Milano, a darle vita.

Il primo Consiglio era composto da: Adelmo Palombi Presidente, Oscar Brunetti segretario e Silvano Toccafondi tesoriere, la quota associativa era di tremila lire, ma l’Associazione poteva giovarsi del contributo di due soci sostenitori: il commendator Pietrobelli, proprietario dell’Hotel Roma e il commendator Colombet, direttore dell’Hotel Majestic.

L’Associazione Toscana “Le Chiavi d’Oro”, di lì a breve, ebbe l’onore di tenere a battesimo la Federazione Italiana Portieri d’Albergo (F.I.P.A.). E’ difatti nel salone dell’Hotel Cavalieri di Pisa, nel 1952, che la storia della F.I.P.A. ebbe inizio. Ad essa aderirono tutte le Associazioni regionali di Portieri esistenti all’epoca: Lombarda, Triveneta, Meridionale, Toscana, Romana e Ligure e nell’occasione fu eletto Presidente per acclamazione Giuseppe Franzetti.

Nel 1955, la Toscana, che l’anno prima aveva ospitato un Convegno nazionale chiamato a risolvere il “caso Franzetti”, organizzò il Congresso nazionale a Montecatini Terme.

Intanto l’Associazione regionale cresceva, anche per l’impulso che ad essa dette la presidenza superlativa di Adelmo Palombi, che rieletto per 4 mandati consecutivi, è rimasta memorabile.

A succedergli, nel 1962, venne eletto Giovanni Codacci.

Nel 1965 fu la volta di Gastone Mancini. La presidenza di Mancini coincise con un considerevole aumento dei soci e con l’emergere di nuove brillanti personalità, che vennero poi chiamate a ricoprire posti di responsabilità a livello nazionale.

Nel 1968 Il Congresso regionale consacrò Presidente Oliviero Bellini ed Ezio Baldaccini e Renzo Bini rispettivamente vice presidente e segretario. La presidenza Bellini fu particolarmente incisiva, sia per l’opera di mobilitazione interna da lui promossa, sia per la capacità di coinvolgere enti esterni. Bellini istituì la riunione mensile dei soci e, conseguentemente prese il via una partecipazione più attiva e responsabile alla vita dell’Associazione. Inoltre, si adoperò nel coinvolgere la presenza delle massime autorità di Firenze alle manifestazioni sociali. Sotto la sua presidenza, nel 1970 Firenze ospitò il Consiglio nazionale della F.I.P.A.

Nel 1971, in occasione del Congresso di Milano, Bellini fu eletto Presidente Nazionale della F.I.P.A.

Sempre in quell’anno fu eletto Carlo Mori quale Presidente regionale, Francesco Tarabusi vice presidente e Renzo Bini segretario. Come racconta Francesco Tarabusi, in quel periodo “si acutizzò” la politica del banco unico, già latente e strisciante da qualche anno e la presidenza si trovò in mano questo problema che, se pur non completamente risolto, fu arginato grazie all’interessamento e alla mediazione dell’allora presidente dell’Azienda Autonoma di Cura, Soggiorno e Turismo, prof. Ugo Zilletti”. Il Consiglio promosse una serie di attività culturali e sportive, che suscitarono larghi consensi: vennero organizzate gare di nuoto, un torneo di calcio interassociativo (“Coppa Turismo”) ed allestite mostre di pittura riservate ai soci pittori.

Nel 1974 venne eletto il nuovo consiglio direttivo nelle persone di Francesco Tarabusi (Presidente), Alberto Bartoli (vice presidente) e Fabio Carlesi (segretario). Il consiglio deliberò, come primo atto, l’istituzione della “Festa degli Auguri”. Inoltre, sull’esempio dei colleghi veneziani (la cui pubblicazione “Ospite di Venezia” era largamente seguita) venne deliberata la diffusione di un carnet di informazioni turistiche riguardanti la Toscana.

Francesco Tarabusi restò alla guida dell’Associazione toscana dal 1974 al 1980. Sotto la sua presidenza si svolse il Congresso Nazionale di Montecatini Terme (1974), che rielesse alla presidenza nazionale Oliviero Bellini e mantenne la sede centrale della F.I.P.A. a Firenze.

Nel 1980 fu eletto Presidente Alberto Bartoli, vice-presidente Marcello Bindi e segretario Guido Barbacci. Si suol dire di Bartoli, che egli fece propria la massima: “il vero capo del popolo è colui che lo serve”. Sotto la sua presidenza nacque la Cooperativa “Chiavi D’Oro”, istituita allo scopo di realizzare e gestire la pubblicazione del carnet “Florence Concierge Information”. Il primo presidente della Cooperativa “Chiavi d’Oro” fu Franco Cerbai. Con Bartoli alla Presidenza, grazie al contributo di tutti i soci, l’Associazione Toscana affittò una sede degna di questo nome.

Dal 1983 al 1985 l’associazione venne guidata ancora da Alberto Bartoli, con segretario Alberto Castelli. Durante il suo mandato, oltre alle innumerevoli iniziative socio culturali, nel 1982 venne organizzato egregiamente il Consiglio Nazionale F.I.P.A. Purtroppo nel dicembre 1985 Alberto Bartoli improvvisamente venne a mancare lasciando un gran vuoto in tutti noi. Enzo Cecconi subentrò in qualità di Presidente fino alla fine del mandato (1986).

Fabio Carlesi condusse sapientemente l’Associazione dal 1986 al 1992 supportato nei suoi due mandati dal Segretario Alberto Castelli. Carlesi, gentiluomo, oltre alle iniziative volte ad accentuare e migliorare l’Associazione, organizzò in onore di Bartoli, suo grande amico, il “Premio Bartoli” dedicato alle personalità di spicco del Turismo.

Il triennio che va dal 1992 al 1995 vide Enrico Grossi in qualità di Presidente e il longevo Alberto Castelli in qualità di segretario. Grossi ottimo organizzatore dette all’Associazione nuova vitalità e nel 1993 organizzò a Firenze, con maestria, il Congresso F.I.P.A..

Francesco Brunori, tuttora attivissimo Consigliere Senior, guidò l’Associazione con grande merito dal 1995 al 1998 con vice presidenti Massimo Parlanti e Nerio Natalini e Stefano Celli in qualità di segretario. Durante il suo mandato l’Associazione iniziò la partecipazione con un proprio banco alla BTC (Borsa del Turismo Congressuale) che mantenne ininterrottamente dal 1995 al 2006, anno di cessazione della fiera a Firenze. Nel 1996 venne edita una Monografia sugli eventi internazionali tenutisi a Firenze nella storia, la quale venne consegnata nella busta di benvenuto ai Ministri partecipanti alla chiusura del semestre di presidenza Italiana d’Europa. Nel dicembre 1997, grazie al contributo di alcuni sponsors venne organizzato il Concerto di Natale nella Basilica di S. Maria Novella con 56 maestri della Scuola di Musica di Fiesole. Il ricavato delle offerte venne devoluto al Centro Oncologico di Careggi.

Massimo Parlanti venne eletto presidente dell’Associazione dal 1998 al 2001, periodo non molto facile da gestire, dimostrando capacità e personalità nell’affrontare le difficoltà del momento. I suoi vice presidenti furono Stefano Celli e Nerio Natalini, Alberto Castelli, poi sostituito da Sergio Iannotta i segretari. Parlanti si trovò a dover gestire, insieme agli altri presidenti regionali, la scadenza dello statuto F.I.P.A. ed il non facile passaggio alla riformata U.I.P.A.. In quel periodo infatti la U.I.C.H. “Union Internationale des Concierges d’Hôtels” (con sede a Parigi), rimarcò la necessità del rispetto dell’articolo 4 dello Statuto, che definisce l’obbligatorietà della qualifica di Portiere d’Albergo e quella di indossare le chiavi ufficiali sul bavero della divisa durante l’esercizio della professione. Tale richiesta condusse suo malgrado alla scissione di alcune Associazioni regionali dalla UIPA e quindi dalla UICH. L’Associazione Toscana, sotto la guida di Parlanti, mantenne intatta la sua condotta volta alla professionalità della categoria dei Portieri d’Albergo rispettando le indicazioni internazionali e quindi conservando il legame associativo con la U.I.P.A. e la l’U.I.C.H..

Nel 2001, alla scadenza del mandato di Parlanti, Francesco Brunori venne eletto nuovamente Presidente. Nel 2003 tuttavia Brunori dovette lasciare l’incarico per raggiungimento della pensione. Gli succedette Stefano Celli, il quale venne poi confermato alle elezioni del 2004 con Alessandro Marchese in qualità di vice presidente e Aldo Beneforti e Claudio Meli in qualità di segretari.

Questo è sicuramente uno dei periodi più travagliati dell’Associazione Toscana, dovuto anche allo scioglimento della Cooperativa ai cui vertici (Aldo Beneforti Presidente e Maurizio Ammazzini ex Presidente) va dato il merito di aver gestito in modo lungimirante una situazione certamente complessa.

Lo scioglimento della Cooperativa, imposto dalle modificate regolamentazioni di legge, portarono l’Associazione ad impostare una trasformazione giuridica al fine di poter mantenere in vita la testata del “Florence Concierge Information”, fonte di informazioni per i turisti, che i Portieri offrono con piacere ai Clienti degli alberghi dove operano.

Nel dicembre 2005, con grande successo, Stefano Celli organizzò a Firenze insieme ai suoi validi Consiglieri il Congresso Nazionale U.I.P.A.

Nel settembre 2007, Michele Paonessa venne eletto Presidente, vice Presidente Alessandro Marchese e Marco Bolcioni Segretario. Con la sua guida l’Associazione si rinnovò con una serie di iniziative quali: la nascita del sito Internet “Florence Concierge” contenente servizi d’informazione e prenotazioni di musei e biglietti TAV; la modifica dello Statuto regionale allo scopo di ottenere il riconoscimento giuridico dell’associazione e la conseguente l’iscrizione all’Albo delle Associazioni Regionali; l’accordo con i musei Comunali per l’ingresso gratuito degli Associati e l’avvio di una collaborazione con l’Orchestra da Camera Fiorentina. Nel settembre 2010 Michele Paonessa venne confermato Presidente per un secondo mandato con Vice Presidente Alessandro Marchese e Michele Mazzoni Segretario. Il nuovo Consiglio continuò il lavoro iniziato nel primo triennio perfezionando il sito internet e la collaborazione con tour operators e con i migliori negozi di Firenze al fine di accrescere i già forti legami di partecipazione con l’editore del carnet d’informazione Florence Concierge Information.

Nel dicembre 2013 Massimo Parlanti è stato eletto Presidente, Michele Mazzoni Vice Presidente, Romano Pallai Segretario ed Andrea Oppoliti riconfermato Tesoriere. Il consiglio è formato da una rappresentanza di portieri dei più importanti alberghi fiorentini, che sotto la guida di Parlanti potranno non far altro che accrescere il valore dell’ormai consolidato “brand” delle CLEFS D’OR.

Colonne_a_tharros

Regione Sarda

Regione Sarda

Gentili visitatori,

Il 25 Febbraio 2004 è stata ufficialmente costituita l’Associazione Sarda Portieri d’Albergo “Le Chiavi d´Oro – Les Clefs d’Or” che dal 20 Novembre di quello stesso anno fa parte dell’ Unione Italiana Portieri d’Albergo – Les Clefs d’Or, con la quale condivide le norme statutarie, i principi e la filosofia.

Questo organismo nasce dalla volontà dei soci fondatori di riunire i Portieri d´Albergo che operano in Sardegna in un sodalizio che ha la finalità di promuovere la figura del Concierge, custode dei segreti e delle bellezze del territorio, del patrimonio culturale, nonché ambasciatore dei prestigiosi Hotels che rappresenta. Les Clefs d’Or che portiamo appuntate sulle nostre divise rappresentano un simbolo di eccellenza riconosciuto universalmente, un marchio che ci rende orgogliosi di offrire ai nostri ospiti le migliori attenzioni.

Attraverso i nostri suggerimenti ci proponiamo di essere per i nostri clienti un punto di riferimento ed una guida che renda memorabile il loro soggiorno in Sardegna, un’isola bellissima capace di regalare emozioni indimenticabili.

Vive Les Clefs d’Or!

Massimo Cusseddu

Presidente Associazione Sarda Portieri d´Albergo

“Le Chiavi d´Oro-Les Clefs d´Or”

Via A. Righi – 07021 Arzachena SS – Telefono: +39 0789 931111

mcusseddu@hotmail.com 

www.lesclefsdor.it

Organigramma

Massimo Cusseddu_presidente

Massimo Cosseddu

Presidente
Giovanni Passaghe_vicepresidente

Giovanni Passaghe

Vice Presidente
Annalisa Pinducciu_tesoriere

Annalisa Pinducciu

Tesoriere
Mauro Zappino_segretario

Mauro Zappino

Segretario
Nicola Ena_addettostampa

Nicola Ena

Addetto Stampa
images_ignota

Luisella Valsesia

Consigliere

Statuto in vigore

colosseum-792202_1280

Regione Romana

Regione Romana

L’arte di emozionare. Ecco come definire la professione Corcierge Clefs d’Or della Città Eterna.

Qualità umane e sensibilità atte a sorprendere ed esaudire i desideri inespressi dei nostri ospiti. Emozioni nate da semplici gestualità, attenzioni su misura che fanno esprimere WOW…la vera essenza del lusso. Esperienze uniche e momenti di evasione indimenticabili.

Ambasciatori di stile, di arte, di cultura, di design e gastronomia, i Concierges Clefs d’Or sono impegnati a promuovere l’eccellenza italiana del proprio territorio, realtà fatta di botteghe, di artigiani, sartorie, cappellai e calzolai …

Il suo Concierge riconoscibile dalle chiavi incrociate presenti sul bavero della giacca, sarà lieto di darle il Benvenuto.

Si prenderà cura di ogni sua esigenza e sarà in grado di metterla in relazione con tutti i servizi che la città offre, facendo egli parte di un orgazizzazione che conta più di 4.500 colleghi presenti in 40 paesi del mondo: l’UICH Unio International Concierge d’Hotel.

Sono lieto di darle il Benvenuto nella “Città Eterna”

Vive Les Clefs D’Or

Agostino Sità
Presidente ARCH Associazione Romana Concierge d’Hotel

c/o Sofitel Villa Borghese, 47 – 00187 Roma RM
Telefono: +39 (0)6 478021
archchiavidoro@gmail.com

www.romelesclefsdor.com

Organigramma

presidente

Agostino Sità

Presidente
salvatore_maraschio_vicepresidente

Salvatore Maraschio

Vice Presidente
ekaterina_krotova_segretario

Ekaterina Krotova

Segretario
alessandro_petrelli_tesoriere

Alessandro Petrelli

Tesoriere
Daniele_Fabbrizi_delegato_nazionale

Daniele Fabbrizi

Delegato Nazionale
Pasquale Varvicchio_delegato_nazionale

Pasquale Varvicchio

Delegato Nazionale
Giuseppe_Caso_consigliere

Giuseppe Caso

Consigliere
Massimiliano_Errichiello_presidente_Onorario

Massimiliano Errichiello

Presidente Onorario

Statuto in Vigore

download

La storia narra che nel 1949, il Concierge parigino Ferdinand Gillet, creò una rete di collegamenti internazionali tra Concierges, costituendo l’associazione Les Clefs d’Or. A oggi, l’associazione comprende 45 nazioni e oltre 4500 membri in tutto il mondo.

“Il servizio con amicizia” e le Chiavi d’Oro incrociate attaccate ai baveri della giacca, sono il credo e il simbolo de “Les Clefs d’Or” e di un’associazione internazionale di Concierges d’Albergo professionisti.

L’Associazione Chiavi d’Oro a Roma nacque il 16 febbraio 1952 e Arturo Loeb ne fu il primo Presidente. Inizialmente gli incontri tra soci fondatori avvenivano presso le proprie case, o al caffè, o presso qualche sala d’albergo, e si ringraziano per l’ospitalità anche i ristoranti: Mare Nostrum, La Rupe Tarpea, La Casina delle Rose. Questo girovagare avvenne fino a quando l’Associazione riuscì ad avere la prima sede: un piccolo seminterrato di via Quattro Fontane offerto dalla proprietaria dell’albergo Italia.

C’è da dire che in Italia già nel 1949 esisteva una sezione italiana dei Portieri collegata a quella francese di Ferdinand Gillet.

Nel marzo 1952,  a Roma. il Presidente Nazionale Franzetti presiedette la costituzione della sezione Romana delle Chiavi d’Oro.

Arturo Loeb, Alberto Pinto, e Lorenzo Colasanti presiederanno gli anni 50,  mentre negli anni 60 la Romana salì ai vertici nazionali della F.I.P.A. Nel 1959 diventa Presidente Egidio Canestrelli e vi rimarrà per ben 12 anni.

Gli anni 60 vedono come Presidente della Romana Italo Spingardi, fondatore della omonima catena della solidarietà.

Nel novembre del 1967 lo sostituirà  Erich Costantino.

Le attività associative in quel periodo fiorirono, le più altisonanti furono:

Nel 1969 in occasione del Consiglio Nazionale F.I.P.A. che si tiene a Roma, i convegnisti e i familiari sono ricevuti in udienza privata in Vaticano da Papa Paolo VI.

A Roma nel 1979 si svolge il 27° Congresso Mondiale dell’U.I.P.G.H. dove parteciperanno oltre mille congressisti.

Le riunioni e il pranzo di gala si tennero nell’Hotel Hilton. Parteciparono uomini politici, autorità civili e religiose ed era presente la stampa italiana ed estera. Quell’evento è ancora ricordato come uno dei migliori.

Nel 1981, col presidente Chiaranda, la Romana fu protagonista di un seminario di aggiornamento professionale effettuato negli Stati Uniti con grande risalto anche da parte della stampa americana. I nostri rappresentanti furono ricevuti dall’Ambasciatore italiano a Washington e dai sindaci di Philadelphia e Los Angeles.

Nel 1982, con Alberto Olmeda Presidente, nacque la rivista: “ Un Ospite a Roma”; Tommaso Masci ne fu il Presidente. Nell’aprile 1989, l’Associazione Romana acquistò la sede di Via Domodossola 29, anche grazie all’aiuto economico della rivista.

Nel novembre del 1989 fu organizzato il Congresso Nazionale F.I.P.A. a Roma, uno con la più alta partecipazione di soci.

Negli anni 1998/1999 la UICH iniziò a fare controlli a livello Mondiale sulla attuazione rigida dell’Articolo 4 dello Statuto Internazionale, quando a sorpresa la UICH stessa si era ritrovata ad avere come Presidente un socio non più in linea con tale Articolo.

Nel corso dell’anno 2001 l’Associazione Romana, decide di dare le dimissioni dalla UIPA.

In seguito della decisione della Associazione Romana di staccarsi dalla UIPA e quindi da tutto il circuito Mondiale delle chiavi d’Oro, un gruppo di soci guidati dall’allora Vice Presidente UIPA Massimiliano Errichiello mandarono, tramite raccomandata, una lettera dall’identico testo nella quale si rassegnavavno le dimissioni dalla Associazione scissionaria dalla UIPA.

Il passo successivo fu quello di riunirsi e stilare un nuovo statuto al fine di ricostituire una nuova “ROMANA” da riportare all’interno della UIPA e della UICH, e il giorno 10 Ottobre 2001, costituirono l’A.R.P.G.A. (Associazione Romana Portieri Grandi Alberghi – Le Chiavi d’Oro Les Clefs d’Or)

Al momento della decisione a chi dovesse prendersi la responsabilità della presidenza la scelta cadde su Walter Ferrari, con la speranza che potesse mantenere un canale aperto con gli scissionari per poter sedare la questione  e poter  tutti rientrare all’interno della UIPA.

A due anni dalla Presidenza di Walter , purtroppo ogni speranza di poter riavvicinare le parti era ormai svanita.

Nel 2004, alle elezioni successive, prendeva la Presidenza Massimiliano Errichiello che la ha mantenuta per 2 mandati nei quali ha ridato vigore all’associazione creando un nuovo giornalino e portando avanti il progetto Piantine di Roma  e rinvigorendo le file associative riportando a 80 il numero dei soci.

Grande aiuto nei 2 mandati di Errichiello è stato il suo grande amico e prima Segretario e poi Vice presidente, Riccardo Merluzzi, che lo ha succeduto nella presidenza nel marzo 2010.

Riccardo Merluzzi, eredita una associazione si florida ma difficile da gestire grazie a nuove situazioni non favorevoli.

L’opera di Errichiello, dura determinata e spietatamente efficace  non ha fatto breccia nei cuori di tutti e chi dentro covava sensi di rivalsa ha pensato questo fosse il momento giusto per farsi avanti, rendendo difficile il mandato di Riccardo e bloccando le varie attività economiche associative, così da non solo esaurire i fondi ma da contrarre debiti.

Alcuni rappresentanti UIPA e facenti parte del Direttivo Nazionale incontrarono alcuni rappresentanti FAIPA per vedere se ci fossero i presupposti per una riunificazione tra le due associazioni. Incontro “amicale” a quanto dire dai rappresentanti ma non tanto, visto che l’incontro venne tenuto nascosto al Presidente Riccardo Merluzzi, che indignato da questa situazione decide di dare le dimissioni dalla Presidenza .

Il direttivo riunito d’urgenza chiede al Presidente Onorario Errichiello di assumersi ad interim la carica sino allo scadere del mandato per traghettare l’Associazione fuori dalla crisi.

Durante l’anno di interim, Massimiliano Errichiello raccoglie il grido di aiuto della maggior parte degli associati che vedono solo in lui la persona che possa risollevare le sorti associative.

Malgrado la sua non volontà di riproporsi per un altro mandato, Massimiliano Errichiello si piega alla richiesta dei soci mettendo però subito in chiaro che questo dovrà essere un triennio di preparazione alle nuove leve per poi dare vita a nuovi volti in grado di prendere le redini associative.

A marzo del 2013 Massimiliano Errichiello viene rieletto Presidente della Romana che però ha variato il suo nome in Associazione Romana Concierges d’Hotel – Le Chiavi d’Oro. Les Clefs d’Or

A marzo del 2015 Agostino Sità viene eletto Presidente della Romana, con i presupposti di lavorare sull’immagine e sulle esperienze uniche da far vivere ai nostri clienti, soffermandosi sull’arte di emozionare. Ideatore e creatore del sito www.romelesclefsdor.com

 

ARCH

ASSOCIAZIONE ROMANA CONCIERGES D’HOTEL

Napoli1600x800

Regione Campana

Regione Campana

Cari Amici,
benvenuti tra “Le Chiavi d’Oro Camapania”.
La nostra associazione nata nel 1952 ha il piacere di accogliere tra le proprie fila i migliori Concierges della Campania che con la loro esperienza e cordialità saranno capaci di esaudire qualsiasi richiesta e farvi provare delle esperienze indimenticabili, questo grazie anche ai colleghi Les Clefs d’Or sparsi in tutto il mondo, Les Clefs d’Or associazione nata proprio per creare una rete di collegamenti tra noi Concierges, che in parte oggi si pensa sia sostituito da internet, ma ciò non potrà mai essere come l’esperienza personale ed umana di noi tutti che trasmettiamo ai nostri clienti. Il simbolo che ci contraddistingue tutti sono le chiavi d’oro incrociate, che con orgoglio tutti noi portiamo sul bavero della giacca.
Chiedete sempre di un Concierge Les Clefs d’Or.

Viva le Chiavi d’Oro!

 

Antonio Desiderio
Presidente Le Chiavi d’Oro Campania

Via Castanito, 78-4 bis 7 – 80074 Casamicciola Terme (NA) – P.IVA 91007040636
Telefono: 081 996255 – Fax: 081 996255
info@lechiavidorocampania.org

http://www.lechiavidorocampania.org/

Organigramma

Antonio_Desiderio_presidente

Antonio Desiderio

Presidente
Mario_Dorta_vicepresidente

Mario D'Orta

Vice Presidente
Giovanni_Cioffi_tesoriere

Giovanni Cioffi

Tesoriere
Gianluca_Desiderio_segretario

Gianluca Desiderio

Tesoriere
Mauro_Contino_delegato_Nazionale

Mauro Contino

Delegato Nazionale
Vincenzo Ferrandono_consigliere

Vincenzo Ferrandino

Consigliere
Giuseppe_Caso_consigliere

Giuseppe Caso

Consigliere
Marco_Giuliano_consigliere

Marco Giuliano

Consigliere
Marina_Monaco_Consigliere

Marina Monaco

Consigliere
images_ignota

Anna Manzo

Consigliere

Statuto in Vigore

Nell’antichità avevano le chiavi di casa e custodivano persone e cose; nel XII secolo si occupavano di castelli e grandi dimore, ricevendo gli ospiti e provvedendo a soddisfare ogni loro necessità.

La storia dei portieri-custodi e guardaportone ci parla di loro come persone di grande fiducia e indiscussa onestà.

Ma col passar del tempo questa figura cosi importante si è sempre più affinata ed acculturata, infatti se in passato bastavano onestà e devozione, oggi occorre affiancare a queste doti anche altre conoscenze.

Ed ecco, dunque, arrivati i nostri giorni: essere concierge significa professionalità, capacità di comunicare, e in lingue anche diverse dalla propria, sensibilità e conoscenza profonda della psicologia dell’Ospite anticipando, laddove è possibile, i suoi desideri e necessità.

Nel 1929 il leggendario concierge parigino Ferdinand Gillet intuì la necessità di scambi di opinioni e di esperienza tra gli addetti ai lavori, e creò quindi una rete di collegamento che dette vita all’associazione “ Les Clefs d’Or”.

Attraverso gli anni questa associazione si è allargata e oggi oltre 40 nazioni ne fanno parte con più di 5000 membri effettivi. Le chiavi d’oro incrociate, poste sul bavero della giacca, stanno a indicare tutte le qualità che fanno di un concierge la presenza speciale in un albergo: cortesia, discrezione, disponibilità ed altissima professionalità. Non c’è grande albergo senza concierge.

Infatti eleganza, lusso, spazio, aria buona e ottimo cibo sarebbero davvero poca cosa se non ci fosse un responsabile che si prendesse cura dell’Ospite. Insomma una specie di angelo custode che, pur non essendo il proprietario della struttura, ne cura gli interessi con attaccamento e attenzione come se fosse la propria. Certamente era l’auspicio di coloro che la fondarono, nel 1952, che l’Associazione Regionale Campana dei Portieri d’Albergo (già Associazione Meridionale Portieri d’Albergo che nel 1972 mutò poi denominazione allorché Sicilia e Puglia ne fondarono una propria) potesse espandersi, affermare e costituire un punto di riferimento per la categoria e per le giovani leve che si affacciavano alla professione.

Così inizia a prosperare e a vedere la crescita dei propri soci, estendendo i legami di amicizia e di colleganza con tutto il mondo. Dopo oltre mezzo secolo – nel 2014 abbiamo celebrato il 62° anniversario – possiamo guardare con soddisfazione al passato ed esaminare il bilancio di questi anni. Un rendiconto estremamente positivo, possiamo affermare, del quale va dato merito a quanti l’hanno presieduta e diretta cominciando dal suo primo Presidente e fondatore Gaetano Nocillo.

Il gruppo dei concierges campani a cui si deve la nascita dell’associazione era infatti costituito da Gaetano Nocillo Gennaro Ciccognini Chef Concierge Hotel Grippi Napoli Ciro De Luca Chef Concierge Hotel Turistico Napoli Luigi Mattioni Chef Concierge Hotel Oriente Napoli Raffaele Mirelli Chef Concierge Hotel Cavour Napoli Franco Palmisano Concierge Hotel Terminus Napoli Pasquale Terminiello Chef Concierge Hotel Metropoli Napoli Giovanni Visco Chef Concierge Hotel Londra Napoli Giovanni Velotti Night Concierge Hotel Grilli Napoli In ordine cronologico i Presidenti che succedutisi sono stati: Gaetano Nocillo dal 1952 Gennaro Ciccognini dal 1956 Franco Palmisano dal 1960 Paolo Mariani dal 1964 Angelo Siniscalco dal 1976 Alfonso Cavotti dal 1987 Michele Cinque dal 1988 Antonio Puglia dal 1992 Antonino Ruoppo dal 1993 Franco Galano dal 1995 Antonino Ruoppo dal 1998 Mario Sarli dal 2000 Mario D’Orta dal 2001 Franco Galano dal 2004 Marco Migliaccio dal 2007 Ciro Lauro Dal 2013 che hanno percorso tutte le tappe di quasi sei decenni di consolidata militanza associativa affiancando e sostenendo la U.I.P.A. (già F.I.P.A. Federazione Italiana dei Portieri d’Albergo fino al 2000 e poi trasformatasi in Unione Italiana dei Portieri d’Albergo, sempre con il marchio Le Chiavi d’Oro – Les Clefs d’Oro ben in evidenza).

Dal 2006 è in vigore il nuovo Statuto Regionale in linea con la normativa della unione internazionale U.I.C.H. e della U.I.P.A. che ha contribuito a eliminare definitivamente dubbi e carenze nella definizione della categoria: il Concierge quale Professionista dell’Accoglienza con le chiavi d’oro sull’uniforme indossata.. La nostra regione ha avuto il privilegio di ospitare tre Congressi Nazionali, ed esattamente. nel 1968, tra Napoli e Vietri sul Mare ( SA), e nel 2002 e 2012, nella suggestiva Isola d’Ischia; e inoltre un Congresso Internazionale a Sorrento nel 1985; nel 1978 sempre a Sorrento si è svolto il Consiglio Nazionale della FIPA i cui lavori furono seguiti con molto interesse sia dalla stampa nazionale e che dalla Tv di Stato; ha ospitato inoltre il II Convegno per il concorso riservato agli allievi degli Istituti Alberghieri nel 1966 alla presenza dell’allora Ministro del Lavoro on. Bosco e del Presidente Nazionale Calvino. Il Presidente Nazionale Mario Eroico, in carica dal 2001 al 2007 è cresciuto e si è formato in terra campana. Tre nomi illustri sono assurti alla carica di Vice Presidente Nazionale della UIPA, nell’ordine il compianto Franco Garbaccio nel 1965,l’Indimenticabile Franco Galano dal 2001 al 2007 e Mario D’Orta dal 2007 sino al 2013. Dal 1995 un gruppo di persone, operoso, solidale e disponibile, ha sancito un nuovo modo di relazionarsi attraverso il vincolo associativo, infatti da comuni associati hanno scoperto di potersi aiutare e migliorare in quanto colleghi arrivando a scoprirsi amici, dove questa parola unisce e perfeziona l’animo e lo spirito. A queste persone va riconosciuto il merito di aver scalato un ulteriore gradino in questo pezzo di storia: Franco Galano, Mario Sarli, Mario D’Orta, Marco Migliaccio e Ciro Lauro. È a questo che Ferdinad Gilet e Gaetano Nocillo, rispettivamente nel 1929 e nel 1952, probabilmente pensavano e l’aver realizzato questo ideale ci rende fieri di appartenere alle Chiavi d’Oro. L’Associazione Campana delle Chiavi d’Oro è parte integrante della UIPA, l’Unione Italiana dei Portieri d’Albergo “Le Chiavi d’Oro – Les Clefs d’Or” che a sua volta fa parte della UICH, l’Union Internationale des Concierges d’Hotels“ Les Clefs d’Or” fondata nel 1929. All’interno troverete tante informazioni utili e specifiche per un soggiorno affidabile e di qualità.

L’auspicio è che questa iniziativa concorra a dare una maggior visibilità alla nostra professione per dare ancora più slancio alla figura del Portiere d’Albergo nel rispetto della tradizione, in un’ottica moderna e proiettata verso il futuro.

venice-4704342_1280

Regione Triveneta

Regione Triveneta

triveneta

Carissimi,

è con vero piacere che dò un affettuoso benvenuto a tutti Voi nelle pagine dedicate alla vita associativa ed alla storia dell’Associazione Regionale Triveneta co-fondatrice, negli anni ’50, dell’Associazione Nazionale allora denominata FIPA.

Attraverso queste pagine troveremo un’occasione in più per trovare i colleghi delle altre Regioni così da intensificare i contatti tra tutti noi per poi incontrarci di persona al Congresso annuale e condividere le esperienze di un anno di lavoro.

Buona navigazione e buon lavoro.

Andrea Padoan 

Presidente
Ass. Triveneta “Le Chiavi d’Oro” Portieri d’Albergo

Sestriere San Marco, 2046/A – 30124 Venezia VE

Telefono: 041 5220848 – Fax: 041 2417294

Organigramma

Andrea Padoan_presidente

Andrea Padoan

Presidente
Lorenzo_Micoud_Vicepresidente

Lorenzo Micoud

Vice Presidente
Michele_Giustini_Vicepresidente

Michele Giustini

Vice Presidente
Alvise_Zavagno_Tesoriere

Alvise Zavagno

Tesoriere
Marco Rinaldo_Segretario

Marco Rinaldo

Segretario
Lorenzo_Caldiron_Consigliere

Lorenzo Caldiron

Consigliere
Caterina_Volpato_Consigliare

Caterina Volpato

Consigliere
Vittorio_Talvacchia_PresidenteOnorario

Vittorio Talvacchia

Saggio