Regione Romana

L’arte di emozionare. Ecco come definire la professione Corcierge Clefs d’Or della Città Eterna.

Qualità umane e sensibilità atte a sorprendere ed esaudire i desideri inespressi dei nostri ospiti. Emozioni nate da semplici gestualità, attenzioni su misura che fanno esprimere WOW…la vera essenza del lusso. Esperienze uniche e momenti di evasione indimenticabili.

Ambasciatori di stile, di arte, di cultura, di design e gastronomia, i Concierges Clefs d’Or sono impegnati a promuovere l’eccellenza italiana del proprio territorio, realtà fatta di botteghe, di artigiani, sartorie, cappellai e calzolai …

Il suo Concierge riconoscibile dalle chiavi incrociate presenti sul bavero della giacca, sarà lieto di darle il Benvenuto.

Si prenderà cura di ogni sua esigenza e sarà in grado di metterla in relazione con tutti i servizi che la città offre, facendo egli parte di un orgazizzazione che conta più di 4.500 colleghi presenti in 40 paesi del mondo: l’UICH Unio International Concierge d’Hotel.

Sono lieto di darle il Benvenuto nella “Città Eterna”

Vive Les Clefs D’Or

Agostino Sità
Presidente ARCH Associazione Romana Concierge d’Hotel

c/o Sofitel Villa Borghese, 47 – 00187 Roma RM
Telefono: +39 (0)6 478021
archchiavidoro@gmail.com

www.romelesclefsdor.com

Organigramma

presidente

Agostino Sità

Presidente
salvatore_maraschio_vicepresidente

Salvatore Maraschio

Vice Presidente
ekaterina_krotova_segretario

Ekaterina Krotova

Segretario
alessandro_petrelli_tesoriere

Alessandro Petrelli

Tesoriere
Daniele_Fabbrizi_delegato_nazionale

Daniele Fabbrizi

Delegato Nazionale
Pasquale Varvicchio_delegato_nazionale

Pasquale Varvicchio

Delegato Nazionale
Giuseppe_Caso_consigliere

Giuseppe Caso

Consigliere
Massimiliano_Errichiello_presidente_Onorario

Massimiliano Errichiello

Presidente Onorario

Statuto in Vigore

download

La storia narra che nel 1949, il Concierge parigino Ferdinand Gillet, creò una rete di collegamenti internazionali tra Concierges, costituendo l’associazione Les Clefs d’Or. A oggi, l’associazione comprende 45 nazioni e oltre 4500 membri in tutto il mondo.

“Il servizio con amicizia” e le Chiavi d’Oro incrociate attaccate ai baveri della giacca, sono il credo e il simbolo de “Les Clefs d’Or” e di un’associazione internazionale di Concierges d’Albergo professionisti.

L’Associazione Chiavi d’Oro a Roma nacque il 16 febbraio 1952 e Arturo Loeb ne fu il primo Presidente. Inizialmente gli incontri tra soci fondatori avvenivano presso le proprie case, o al caffè, o presso qualche sala d’albergo, e si ringraziano per l’ospitalità anche i ristoranti: Mare Nostrum, La Rupe Tarpea, La Casina delle Rose. Questo girovagare avvenne fino a quando l’Associazione riuscì ad avere la prima sede: un piccolo seminterrato di via Quattro Fontane offerto dalla proprietaria dell’albergo Italia.

C’è da dire che in Italia già nel 1949 esisteva una sezione italiana dei Portieri collegata a quella francese di Ferdinand Gillet.

Nel marzo 1952,  a Roma. il Presidente Nazionale Franzetti presiedette la costituzione della sezione Romana delle Chiavi d’Oro.

Arturo Loeb, Alberto Pinto, e Lorenzo Colasanti presiederanno gli anni 50,  mentre negli anni 60 la Romana salì ai vertici nazionali della F.I.P.A. Nel 1959 diventa Presidente Egidio Canestrelli e vi rimarrà per ben 12 anni.

Gli anni 60 vedono come Presidente della Romana Italo Spingardi, fondatore della omonima catena della solidarietà.

Nel novembre del 1967 lo sostituirà  Erich Costantino.

Le attività associative in quel periodo fiorirono, le più altisonanti furono:

Nel 1969 in occasione del Consiglio Nazionale F.I.P.A. che si tiene a Roma, i convegnisti e i familiari sono ricevuti in udienza privata in Vaticano da Papa Paolo VI.

A Roma nel 1979 si svolge il 27° Congresso Mondiale dell’U.I.P.G.H. dove parteciperanno oltre mille congressisti.

Le riunioni e il pranzo di gala si tennero nell’Hotel Hilton. Parteciparono uomini politici, autorità civili e religiose ed era presente la stampa italiana ed estera. Quell’evento è ancora ricordato come uno dei migliori.

Nel 1981, col presidente Chiaranda, la Romana fu protagonista di un seminario di aggiornamento professionale effettuato negli Stati Uniti con grande risalto anche da parte della stampa americana. I nostri rappresentanti furono ricevuti dall’Ambasciatore italiano a Washington e dai sindaci di Philadelphia e Los Angeles.

Nel 1982, con Alberto Olmeda Presidente, nacque la rivista: “ Un Ospite a Roma”; Tommaso Masci ne fu il Presidente. Nell’aprile 1989, l’Associazione Romana acquistò la sede di Via Domodossola 29, anche grazie all’aiuto economico della rivista.

Nel novembre del 1989 fu organizzato il Congresso Nazionale F.I.P.A. a Roma, uno con la più alta partecipazione di soci.

Negli anni 1998/1999 la UICH iniziò a fare controlli a livello Mondiale sulla attuazione rigida dell’Articolo 4 dello Statuto Internazionale, quando a sorpresa la UICH stessa si era ritrovata ad avere come Presidente un socio non più in linea con tale Articolo.

Nel corso dell’anno 2001 l’Associazione Romana, decide di dare le dimissioni dalla UIPA.

In seguito della decisione della Associazione Romana di staccarsi dalla UIPA e quindi da tutto il circuito Mondiale delle chiavi d’Oro, un gruppo di soci guidati dall’allora Vice Presidente UIPA Massimiliano Errichiello mandarono, tramite raccomandata, una lettera dall’identico testo nella quale si rassegnavavno le dimissioni dalla Associazione scissionaria dalla UIPA.

Il passo successivo fu quello di riunirsi e stilare un nuovo statuto al fine di ricostituire una nuova “ROMANA” da riportare all’interno della UIPA e della UICH, e il giorno 10 Ottobre 2001, costituirono l’A.R.P.G.A. (Associazione Romana Portieri Grandi Alberghi – Le Chiavi d’Oro Les Clefs d’Or)

Al momento della decisione a chi dovesse prendersi la responsabilità della presidenza la scelta cadde su Walter Ferrari, con la speranza che potesse mantenere un canale aperto con gli scissionari per poter sedare la questione  e poter  tutti rientrare all’interno della UIPA.

A due anni dalla Presidenza di Walter , purtroppo ogni speranza di poter riavvicinare le parti era ormai svanita.

Nel 2004, alle elezioni successive, prendeva la Presidenza Massimiliano Errichiello che la ha mantenuta per 2 mandati nei quali ha ridato vigore all’associazione creando un nuovo giornalino e portando avanti il progetto Piantine di Roma  e rinvigorendo le file associative riportando a 80 il numero dei soci.

Grande aiuto nei 2 mandati di Errichiello è stato il suo grande amico e prima Segretario e poi Vice presidente, Riccardo Merluzzi, che lo ha succeduto nella presidenza nel marzo 2010.

Riccardo Merluzzi, eredita una associazione si florida ma difficile da gestire grazie a nuove situazioni non favorevoli.

L’opera di Errichiello, dura determinata e spietatamente efficace  non ha fatto breccia nei cuori di tutti e chi dentro covava sensi di rivalsa ha pensato questo fosse il momento giusto per farsi avanti, rendendo difficile il mandato di Riccardo e bloccando le varie attività economiche associative, così da non solo esaurire i fondi ma da contrarre debiti.

Alcuni rappresentanti UIPA e facenti parte del Direttivo Nazionale incontrarono alcuni rappresentanti FAIPA per vedere se ci fossero i presupposti per una riunificazione tra le due associazioni. Incontro “amicale” a quanto dire dai rappresentanti ma non tanto, visto che l’incontro venne tenuto nascosto al Presidente Riccardo Merluzzi, che indignato da questa situazione decide di dare le dimissioni dalla Presidenza .

Il direttivo riunito d’urgenza chiede al Presidente Onorario Errichiello di assumersi ad interim la carica sino allo scadere del mandato per traghettare l’Associazione fuori dalla crisi.

Durante l’anno di interim, Massimiliano Errichiello raccoglie il grido di aiuto della maggior parte degli associati che vedono solo in lui la persona che possa risollevare le sorti associative.

Malgrado la sua non volontà di riproporsi per un altro mandato, Massimiliano Errichiello si piega alla richiesta dei soci mettendo però subito in chiaro che questo dovrà essere un triennio di preparazione alle nuove leve per poi dare vita a nuovi volti in grado di prendere le redini associative.

A marzo del 2013 Massimiliano Errichiello viene rieletto Presidente della Romana che però ha variato il suo nome in Associazione Romana Concierges d’Hotel – Le Chiavi d’Oro. Les Clefs d’Or

A marzo del 2015 Agostino Sità viene eletto Presidente della Romana, con i presupposti di lavorare sull’immagine e sulle esperienze uniche da far vivere ai nostri clienti, soffermandosi sull’arte di emozionare. Ideatore e creatore del sito www.romelesclefsdor.com

 

ARCH

ASSOCIAZIONE ROMANA CONCIERGES D’HOTEL

Shopping Basket